ASSOCIAZIONE PSY ONLUS SARDONE

Azioni ed Eventi

Le Azioni 2020 - 2021

Dal 2 Ottobre 2020


Dal 01.09.2020 è attivato lo Sportello di segretariato e lo Sportello di sostegno psicologico,  martedi e venerdi ore 9.30 – 13.00 per dare informazioni ed accogliere adesioni ed accogliere le richieste di sostegno psicologico

INIZIO PROGETTO 02/10/2020 – FINE PROGETTO 30/06/2021
RACCOLTA ADESIONI DA SETTEMBRE 2020

“Progetto Antera” – progetto autofinanziato con i fondi 5/1000 dell’Assipromos.

È realizzato dalla associazione di promozione sociale Assipromos e dalla Associazione Psy Onlus – Consultorio Psicoterapia Psicologia Clinica.

Per informazioni chiamare i numeri 379.1142682 dal lunedì al venerdi dalle 9:00 alle 18:00 regionale.lazio@assipromos.it

il numero 06 64.82.13.25 da lunedi alla domenica dalle 9.00 alle 19.00 (anche whatsapp) info@associazionepsy.it

Dal 01 settembre 2020
  • Psicoterapia individuale
  • Psicoterapia coppia/familiare

Sono previsti interventi di psicoterapia gratuiti ai destinatari del progetto.

Tutte le attività cliniche si svolgono presso la Sede della 

Associazione Psy Onlus

Via Ardea, 27 – 00183 Roma 

e sono prese in carico dai terapeuti specializzati nelle diverse aree di intervento.

Dal 20 ottobre 2020

Teatro Roma (340 posti) Via Umbertide 3, Piazza di Santa Maria Ausiliatrice, 00181 Roma RM.

Laboratorio di teatro con spettacolo finale

Un laboratorio teatrale dedicato a max 15 donne. E’ previsto un incontro a settimana di due ore

Il laboratorio inizierà il 20 ottobre 2020 e terminerà a maggio 2021.

A fine laboratorio è previsto uno spettacolo finale a conclusione del progetto.

Una volta a settimana il martedì mattina.

Iscrizioni sul modulo del sito

Dal 20 OTTOBRE 2020

I gruppi si svolgeranno presso la sede di via Igino Giordani, 67 

Un gruppo che sostiene le donne a vedere e mettere in gioco i propri talenti con l’obiettivo di trovare la propria strada oppure di reinventarsi nel mondo del lavoro.

Il gruppi dedicati a max 10/12 partecipanti e Sono previsti due incontri al mese.

Iscrizioni sul modulo del sito

Dal 29 ottobre 2020

Centro Polifunzionale Via Siderno 

Corsi di Autodifesa   basati sul Sistema  Didattico del “Krav Maga”

Obiettivo del corso, considerato primario è porre l’attenzione sull’importanza della  prevenzione di un comportamento difensivo, indispensabile per prevenire le aggressioni o  per essere pronte ad affrontarle.

Il Focus è posto sulla presenza mentale in situazioni di potenziale pericolo, sulla  consapevolezza e sull’importanza della prevenzione e dell’attenzione da porre a persone e  situazioni in modo da trasformare conoscenze in comportamenti utili ed efficaci

Iscrizioni sul modulo del sito.

DAl 20 novembre 2020

(presso Centro Polifunzionale del Municipio Roma VII – Via Siderno 1 – Roma)

Imparare a gestire le proprie emozioni attraverso la DBT

Destinatari: donne vittime di violenza e dipendenza affettiva patologica  

durata 6 mesi, incontri settimanali; max 12 partecipanti

Durata settimanale venerdi pomeriggio a partire dal 20 novembre presso il centro Polifunzionale di Via Siderno, 1 

Iscrizioni sul modulo del sito

Gli eventi

04 settembre 2020

Intervengono

Dr.ssa Cristina Leo – Ass Politiche Sociali, Pari Opportunità e Politiche Abitative – Municipio Roma VII

Dr.ssa Maria Mamone – Presidente Assipromos

Dr.ssa Laura Sardone – Presidente Associazione Psy Onlus

Inoltre interveranno i responsabili dei progetti

M. Giovanni Villani – Laboratorio Teatrale       

Dr.ssa Barbara Locci – Orientamento al Lavoro 

Dr.ssa Rosanna Gutta – Cineforum

Istruttore Antonio Galatà – Corso di difesa personale

Causa COVID 19 – l’evento sarà svolto in presenza  con prenotazione, oltre che in diffusione diretta sulla pagina Facebook

il video dell’evento è presente sulla pagina Facebook del Progetto Antera

EVENTO DI PRESENTAZIONE

Si ringraziano tutti i partecipanti e gli intervenuti

Gepostet von Progetto Antera am Freitag, 4. September 2020

 

02 OTTOBRE 2020

In che modo il linguaggio rinforza la violenza discriminante? Esso è silenzioso, insito nella  cultura e difficile da individuare e sostenuto dagli stereotipi. Usare le parole giuste per  contrastarli, attuare la par condicio di genere e dunque educare alla parità. E’ ancora una  volta una rivoluzione culturale, dal linguaggio alle abitudini, quella che può produrre il  cambiamento reale della società. Ognuno può iniziare dal proprio piccolo e rendere  propagante il cambiamento.

Il seminario  si  propone di evidenziare l’inconsapevolezza della  violenza silenziosa nell’ambito  delle relazioni quotidiane che limitano il cambiamento culturale.

il video dell’evento è presente sulla pagina Facebook del Progetto Antera  https://www.facebook.com/progettoantera/videos/330289631583784/

 

 

21 OTTOBRE 2020

Film diretto da Theodore Melfi – 2016 

Cinema Don Bosco – Via Publio Valerio, 63, 00175 Roma – H 18.00 ACCESSO LIBERO FINO AD ESAURIMENTO POSTI

Il film ha ricevuto tre candidature ai Premio Oscar, tra cui al miglior film, e due ai Golden Globe, tra cui migliore colonna sonora originale.

Il film, basato sul libro omonimo di Margot Lee Shetterly, racconta la storia vera della matematica, scienziata e fisica afroamericana Katherine Johnson, che collaborò con la NASA, sfidando razzismo e sessismo,  tracciando le traiettorie per il Programma Mercury e la missione Apollo 11.

Tavola Rotonda Finale con relatori esperti sulla discriminazione di genere

 

25 novembre 2020

Sala Rossa del Municipio Roma VII – Piazza di Cinecittà, 11 – 00175 Roma

L’obiettivo è di sensibilizzare riguardo alle tematiche legate alla  diffusione di una cultura del rispetto delle differenze, indicare quali sono le caratteristiche di una relazione sana e una  relazione violenta.

Combattere la discriminazione di genere significa anche cambiare un immaginario culturale in cui le donne restano spesso in secondo piano.  Un seminario orientato alla divulgazione ed alla prevenzione delle conseguenze psicologiche e fisiche del trauma da abuso. 

Il video dell’evento è visionalbile sulla pagina del progetto 
https://www.facebook.com/progettoantera/videos/130977735229595

25 MAGGIO 2021

Film diretto da Xavier Legrand – 2017

Cinema Don Bosco  – Via Publio Valerio, 63, 00175 Roma – H 18.00 ACCESSO LIBERO FINO AD ESAURIMENTO POSTI

Due genitori divorziano e litigano per la custodia del figlio. Quando il giudice prende la sua decisione, la principale vittima sarà proprio il ragazzo. 
Il film è stato premiato al Festival di Venezia, ha ottenuto 11 candidature e vinto 5 Cesar.

Tavola Rotonda Finale con relatori esperti sulla violenza psicologica nelle relazioni familiari

06 febbraio 13 febbraio 2021 - ore 10.30 diretta facebook
 
 
La violenza di genere, Il Decalogo della Sicurezza
“La paura è un’emozione primaria potenzialmente fondamentale”
Seminari introduttivi di autodifesa basati sul Sistema  Didattico del “Krav Maga”  i. Il Krav Maga, in ebraico “combattimento con contatto a corta distanza” è un sistema di autodifesa di origine israeliana che raccoglie una sintesi di tecniche derivate dalle arti marziali, oltre che dalla sua filosofia,  che punta ad una rapida neutralizzazione dell’avversario nel momento stesso in cui questi diventa una minaccia.  Obiettivo, considerato primario è porre l’attenzione sull’importanza della  prevenzione di un comportamento difensivo, indispensabile per prevenire le aggressioni (fisiche e/o psicologiche) o per essere pronte ad affrontarle.  Saranno considerati gli aspetti emotivi e gli aspetti legali.
 
MODULO 1 – 06.02.2021 ore 10.30 diretta Facebook sulla pagina del Progetto Antera
MODULO 2 – 13.02.2021 ore 10.30 diretta Facebook sulla pagina del Progetto Antera
 
24 febbraio

Film diretto da Joseph Ruben – 1991

Cinema Don Bosco  – Via Publio Valerio, 63, 00175 Roma – H 18.00 ACCESSO LIBERO FINO AD ESAURIMENTO POSTI

Una giovane e avvenente ragazza Julia Roberts è sposata con un uomo violento Patrick Bergin, con disturbi psicologici. 

Arrivata al limite di sopportazione la donna decide di fingersi morta per poter così scappare e rifarsi un’altra vita con un bravo ragazzo che ha conosciuto. 

Il marito però scopre l’inganno e si mette sulle tracce della moglie per fargliela pagare.

Tavola Rotonda Finale con relatori esperti sul comportamento vittimistico e la dipendenza affettiva

\"\"

Incontro del Tavolo per la prevenzione ed il contrasto alla violenza di genere e  all’omolesbobitransfobia del 15 settembre 2021 – Verbale –
 
Avvia l’incontro l’Assessora Cristina Leo che porge i saluti istituzionali alle/ai partecipanti sottolineando l’importanza del lavoro del Tavolo interistituzionale sulla prevenzione ed il contrasto alla violenza di genere e all’omolesbobitransfobia, istituito con memoria di Giunta n. 13 del 18 maggio 2021.

Prende la parola Anna Rita Lazazzera, Presidente della Commissione Pari Opportunità del Municipio Roma VII che afferma l’importanza della cultura del rispetto, viste le ultime cronache che vedono solo in questa settimana 6 vittime della violenza di genere e ricorda il lavoro della Commissione in questi anni in cui sono state realizzate molteplici iniziative di sensibilizzazione su questi temi.
 
Prende la parola il Presidente della Commissione V Cultura, Scuola e Sport, dr, Attilio Giannone che parla delle molteplici iniziative promosse dalla Commissione per portare l’attenzione delle istituzioni su questi temi importanti  al fine di  poter agire con azioni positive e di prevenzione sul territorio.
 
L’Assessora Cristina Leo sottolinea l’importanza della rete creata con questo Tavolo al fine  di poter potenziare gli interventi e le interconnessioni tra istituzioni Asl, Questura, Sindacati, Telefono Rosa, Associazioni del territorio, per creare una rete al fine di  fare prevenzione della violenza e per cercare di capire quali sono gli strumenti per combattere questo fenomeno.
 
L’Assessora dà la parola alla dr.ssa Luigia Fontecchia, Responsabile del Telefono Rosa di Fortifiocca la quale afferma che la difficoltà maggiore e’ stata quella di aver avviato l’attività ad inizio pandemia. Le donne che si rivolgono al Telefono Rosa sono seguite dal punto di vista psicologico,  legale e lavorativo, auspica un ampliamento degli spazi a disposizione per avviare ulteriori momenti di aiuto per le donne. Il Cineforum realizzato con l’associazione Psy Onlus  è stato molto importante e prezioso.
 
L’Assessora risponde che per le attività dei gruppi di auto-aiuto il Telefono Rosa può utilizzare la Sala Consiglio della sede di Fortifiocca.
Prende la parola la dr.ssa Gabriella Mosca, psicologa e psicoterapeuta che lavora all’interno del Centro Famiglie, referente dell’ordine degli Psicologi, che elenca una serie di azioni da mettere in campo per fare rete:
– stilare una mappatura dei Servizi presenti sul territorio del Municipio VII per metterli a disposizione della cittadinanza;
– evitare invii impropri da parte degli operatori dei Servizi territoriali, attivando dei corsi di formazione per il personale al fine di evitare confusione tra situazioni di conflittualità ed episodi di violenza, sbagliando così la risposta che dovrebbe essere data dal servizio ed il conseguente intervento;
 
– organizzare eventi di sensibilizzazione con la cittadinanza, soprattutto con le donne per aumentare il senso di consapevolezza della situazione di violenza che si sta vivendo;
 
– creare servizi che offrano sostegno ai familiari della vittima, per ricostituire un nucleo saldo e far sì che la famiglia diventi una risorsa per le donne.
 
La dr.ssa Mosca, propone di creare un file condiviso contenente i contatti di tutti i partecipanti al tavolo.
 
Prende la parola la dr.ssa Paola Biondi, referente Pari Opportunità Ordine Psicologi Lazio, ribadendo che questi sono temi molto importanti a cui l’Ordine pone particolare attenzione.
 
L’Assessora propone anche un lavoro da svolgere creando dei sotto-tavoli operativi.
 
Prende la parola la dr.ssa Laura Sardone, psicologa dell’associazione Psy Onlus, ricordando che l’ Associazione si è dedicata al tema della violenza di genere con il progetto Antera, per lo sviluppo di una cultura della non violenza nel linguaggio e nelle azioni, e  di essersi  occupata prevalentemente di dipendenza affettiva seguendo donne con un percorso di sostegno. Il progetto è stato portato anche nelle scuole, proprio per promuovere il rispetto sia nel linguaggio che nelle azioni.
Fa presente che all’associazione arrivano richieste anche da altre realtà territoriali.
 
Prende la parola la dr.ssa Gabriella Milanesi, referente del Consultorio di via De Levii ASL RM2, che propone di creare una rete, pubblicizzando gli eventi che ciascuna realtà organizza per promuovere la cultura della non violenza e quindi della prevenzione. Comunica ai presenti che per la richiesta di sostegno e di aiuto è stato attivato un servizio telefonico che risponde al numero di cellulare 3669241721.
 
Prendono la parola la dr.ssa  Flavia Santarelli e la dr.ssa Chiara Guida, rappresentanti della ASL RM2, Casa della Salute di via Antistio, che sottolineano l’importanza di lavorare in rete per interventi maggiormente incisivi e tempestivi.
Interviene la dr.ssa Luigia Fontecchia e comunica che il  Telefono Rosa gestisce due case rifugio che hanno un collegamento diretto con i loro CAV e  in questo momento ci sono dei posti disponibili pertanto se i presenti sono a conoscenza di qualche situazione pericolosa possono segnalarlo perchè le vittime possono essere inserite tenendo conto  delle misure anti Covid-19.
 
Intervengono le dottoresse Ludovica Moschini e Veronica Ferrari, dirigenti della Questura di Roma.  Descrivono il progetto “Camper” finalizzato alla prevenzione ed alla sensibilizzazione della cittadinanza su queste importanti tematiche. Si  tratta di un progetto itinerante attraverso cui  fornite informazioni e si sensibilizzano le/i cittadine/i nelle piazze, nelle scuole, nei luoghi di ritrovo, confrontandosi con  tutte le figure che intervengono in caso di violenza, sempre al fine di promuovere la cultura della prevenzione. Un altro importante progetto è denominato “Domina” che rappresenta un aiuto pensato per le donne, al fine di accompagnarle a denunciare eventuali episodi di violenza. Si utilizzano anche strumenti come l’app “Polizia” e il metodo denominato “Peer education” ovvero l’educazione tra pari.
Sottolineano l’importanza per le donne di potersi rivolgere ad un’unica persona di riferimento in caso di denuncia di violenza, ribadendo che il progetto Camper prevede che all’interno vi sia la presenza  degli stessi operatori che le donne trovano quando si presentano in Questura per denunciare. Sono stati realizzati  incontri con gruppi di donne che hanno vissuto storie di violenza e il confronto gli ha permesso di aprirsi e di apprendere anche  le tecniche di autodifesa.
 
L’Assessora presenta le referenti di Emergency, Marta Tommolini e Barbara Vantaggiato che stanno realizzando un progetto sull’Hate Speech  di contrasto alla violenza di genere per fare rete e collegarsi con i servizi territoriali, a breve invieranno la descrizione delle attività che saranno realizzate in particolare sul Municipio VII.  Emergency prende parte alla lotta e al contrasto ai discorsi di odio.
 
L’assessora  presenta il Dr. R. Testa Direttore ASL Rm 2  che saluta e  ricorda che anche il Polo di via Monza si occupa di queste tematiche, il Distretto sta crescendo con l’annessione di altre parti di territorio. La rappresentanza delegata della ASL RM2 è presente al tavolo.
 
L’assessora Presenta la dr.ssa  S. Ioli – CGIL Roma Sud Pomezia Castelli, che sottolinea l’importanza di fare rete per lavorare nella prevenzione e nell’emersione dei fenomeni di violenza. Anche le persone anziane  spesso sono vittime di violenza in casa e nelle RSA, la violenza riguarda tutti, è importante che diventi un tema affrontato in tutte le sedi per raggiungere tutte le persone, anche le/i giovani, per avere uno scambio quotidiano con le/i referenti della rete, ciascuno con le proprie competenze. La rete necessita di una regia del Municipio che ha rapporti con le associazioni del territorio.
Interviene per la CGIL SPI la dr.ssa Alba Paolini che condivide la costruzione della rete per affrontare questo problema.
 
Ettore Casoni per la CGIL SPI  interviene per ricordare che il territorio è molto vasto e vede l’intervento del sindacato pensionati in molti ambiti, servirebbe un maggior numero di C.A.V. per fare un passo avanti verso il sostegno alla lotta alla violenza.
 
La dr.ssa Stefania Galimberti UIL con la dr.ssa Luana Bellacosa Pari Opportunità  UIL , dichiara di dare la disponibilità alla creazione della rete, chiede di avere i numeri disponibili per l’accoglienza delle donne e vorrebbe sapere se ci sono posti disponibili e/o se c’è una lista d’attesa per le prese in carico. Afferma che nelle scuole è importante lo sportello di ascolto per ragazzi e genitori.
Spesso  la certificazione di un disagio( DSA ecc …) deriva da una  violenza domestica. La rete di Municipio,Sindacati e Istituzioni è importante, in V Municipio è stato creato un protocollo condiviso, la pandemia è stata devastante ed ha creato altre problematiche, la violenza è un problema sociale, le famiglie delle donne uccise vengono devastate. Si deve intervenire con la prevenzione.
 
Anna Rita Lazazzera ribadisce l’importanza del Progetto Camper che è stato realizzato nel Municipio VII e del Cineforum del  Progetto Antera.
 
Per la CISL interviene la dr.ssa Giulia Falcucci, che  ribadisce l’importanza della prevenzione e della formazione degli operatori e delle operatrici anche nelle scuole e nei luoghi di lavoro. La rete è fondamentale e si deve pubblicizzare il lavoro di sensibilizzazione rafforzando la rete.
 
L’assessora Cristina Leo chiude l’incontro, ringrazia le/i partecipanti ed auspica una continua e proficua collaborazione interistituzionale  con le realtà del territorio che operano nel campo della prevenzione e del contrasto  alla violenza di genere e all’omolesbobitransfobia, per potenziare e rendere sempre più estesa la rete.